Registrazione di un marchio internazionale

Come depositare un marchio internazionale

In merito alla registrazione internazionale di un marchio, è bene affidarsi a dei professionisti del settore, com l'ABM Agenzia Brevetti e Marchi di Pisa, per assicurarsi che l'iter venga seguito con attenzione e che le pratiche vengano stilate correttamente.

In base all'Accordo ed al Protocollo di Madrid, cui l'Italia aderisce, è possibile depositare una domanda di registrazione internazionale con designazione di uno o più paesi aderenti. La domanda si può presentare all'Ufficio Mondiale per la Proprietà Industriale di Ginevra, oppure all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Il presupposto per depositare una domanda di registrazione internazionale è essere titolari di una domanda o di una registrazione di marchio nazionale o comunitario. La procedura, che inizia come unica al momento del deposito, si trasforma in fasci di procedure nazionali, con esame da parte dei singoli paesi designati.

Il vantaggio è dato dai costi ridotti rispetto a singoli depositi nazionali. Inoltre, è possibile designare in epoca successiva al deposito altri paesi che nel frattempo sono diventati interessanti per il richiedente.

Il certificato di registrazione del marchio viene rilasciato dall'Ufficio Mondiale per la Proprietà Industriale ed ha durata decennale, rinnovabile indefinitamente per periodi decennali, dietro pagamento di una apposta tassa di rinnovo.

Share by: