Registrazione di modelli e design

Come effettuare la registrazione di modelli industriali e design

Potete rivolgervi alla sede di Pisa dell'ABM, Agenzia Brevetti e Marchi, anche per la tutela di modelli e design.

Un trovato, a seconda dei suoi requisiti, può essere tutelato anche come modello industriale o come design, oltre che come invenzione. Infatti, se il trovato conferisce particolare efficacia o comodità di applicazione o di impiego a macchine, o parti di esse, strumenti, utensili, esso deve essere oggetto di brevetto per modello di utilità.

Questo istituto, ancora esistente in Italia, conferisce al richiedente una tutela limitata temporalmente, in quanto la sua durata è di dieci anni dalla data di deposito della domanda di brevetto. Quanto alla procedura, essa è del tutto assimilabile a quella per brevetto di invenzione, anche per ciò che concerne la sua estensione territoriale.

Nel caso in cui, invece, il trovato consista in una particolare caratteristica delle linee, contorni, colori, forma, struttura superficiale o del suo materiale, esso potrà essere oggetto di domanda di registrazione di design, purchè abbia i requisiti di novità e di carattere individuale.

La durata della protezione è di cinque anni a partire dalla data di deposito della domanda e può essere prorogata per ulteriori periodi quinquennali, dietro pagamento di una tassa, fino ad un massimo di venticinque anni.

Sia il nostro ordinamento sia quello comunitario ed internazionale ammettono la registrazione multipla: con una sola domanda può essere chiesta la registrazione di più modelli, purché appartenenti alla medesima classe di cui all'Accordo di Locarno.

Territorialmente, oltre ad una domanda nazionale, il design può formare oggetto di una domanda di registrazione comunitaria presso l'Ufficio per l'Armonizzazione nel Mercato Interno di Alicante o di una domanda di registrazione internazionale presso l'Organizzazione Mondiale per la Proprietà Industriale di Ginevra.

In Italia l'Ufficio competente a registrare i design è l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, di Roma. La domanda deve essere corredata da una breve descrizione dei modelli e da foto o disegni dei modelli da registrare, e dalla ricevuta di pagamento delle tasse di deposito.

L'Ufficio svolge un esame formale sulla domanda, ma non di merito, ed al termine di esso (dopo circa 3 anni) concede la registrazione del modello. A livello comunitario, con estensione territoriale a tutti i Paesi dell'UE, l'Ufficio competente a registrare i modelli è l'Ufficio per l'Armonizzazione nel Mercato Interno, con sede in Alicante.

Anche questa domanda deve includere una piccola descrizione dei modelli, oltre a foto o disegni dei modelli da registrare ed alla ricevuta di regolare pagamento delle tasse di deposito. Non viene effettuato dall'Ufficio alcun esame di merito sui modelli oggetto della domanda di registrazione. L'Ufficio invia l'attestato di registrazione dopo circa 6 mesi dalla data di deposito.

A livello internazionale, è possibile depositare un'unica domanda di registrazione di modello con copertura di tutti o alcuni dei Paesi aderenti al Trattato dell'Aja. Possono essere designati solo gli Stati aderenti al trattato cui aderisce anche il Paese d'origine.

L'Ufficio competente a registrare i modelli è l'Organizzazione Mondiale per la Proprietà Industriale, con sede a Ginevra, il quale svolge solo un esame formale, demandando poi ai singoli Paesi designati l'eventuale esame di merito.

Share by: